ufuud.it

Blog

Lavasciuga: migliori marche del 2020 e fasce di prezzo

Rispetto ad altri elettrodomestico di uso comune, le lavasciuga sono quelle che più di ogni altro presentano ‘sbalzi’ di prezzi dovuti da una parte ai livelli di efficienza energetica e dall’altra alle dimensioni e ai diversi gradi di capienza. Fatto sta che è difficile, per non dire impossibile, quantificare una spesa standard per l’acquisto di una buona lavasciuga. Dovendo monetizzare si può affermare che un nucleo familiare numeroso può aver bisogno di un modello piuttosto capiente al prezzo approssimativo di 500 euro, di sicuro più economica una lavasciuga ‘slim’ per single o coppie. In quest’ultimo caso, necessitando di modelli più piccoli con cestelli ridotti si possono trovare anche online modelli economici sui 250, 300 euro. Il discorso cambia radicalmente se si va in cerca di soluzioni tecnologicamente avanzate, infatti i modelli più evoluti e accessoriati in termini di prestazioni e programmi possono superare anche i 1000 euro di spesa.

Tutto dipende dai bisogni e dalle aspettative, nonché dal budget a disposizione. Fatta una prima cernita per orientarsi sui prezzi, ecco che bisogna concentrarsi sulle migliori marche di lavasciuga in circolazione. Quali sono i brand che hanno aperto col botto questo 2020? Di sicuro i marchi storici, consolidati da anni, se non da decenni, sul mercato degli elettrodomestici. Fra questi spiccano Ariston, Miele, Whirlpool e, fra i più nuovi, Samsung che sta recuperando terreno e tallona i competitors con novità fra le più tecnologiche e versatili. Attualmente, le lavasciuga si distinguono in due macro ‘famiglie’ che si distinguono per ‘modus operandi’ per quanto entrambe facciano leva sul riscaldamento dell’aria mediante pompa di calore.

Le due macrocategorie includono, da una parte, i modelli a condensazione e, dall’altra, le lavasciuga a espulsione o a evaporazione. Le prime si caratterizzano per avere un condensatore incorporato, costituito da un serbatoio per la raccolta del vapore acqueo, le seconde espellono direttamente fuori il vapore tramite un tubo, hanno il vantaggio di non dover svuotare la vaschetta, ma necessitano di un impianto ad hoc. Al momento dell’acquisto di una lavasciuga sorge il dubbio se è il caso di acquistare, invece, un’asciugatrice, disponendo magari già della lavatrice. Per sciogliere ogni riserva a riguardo si possono trovare utili info sul seguente articolo incentrato sul dilemma “lavasciuga o asciugatrice?”.